Currency:
EUR €
Country:
Italy
Language:
Italiano

Generico Xeloda

Capecitabine
La Xeloda Generico(Capecitabina) è un antimetabolita. Agisce interferendo con la produzione di proteine necessarie per la crescita delle cellule del cancro e della riproduzione. È usata nel trattamento di alcuni tipi di cancro al seno, colon, colorettale.

Marca (Marchi): Xeloda

Select dosage:
Confezione Prezzo Per pillola Risparmio Ordine Ordine
500mg × 10 pillole€ 203.48€ 20.35Aggiornare il carrello € 203.48Aggiornare il carrello
500mg × 20 pillole€ 381.56€ 19.08€ 25.40Aggiornare il carrello € 381.56Aggiornare il carrello
Prodotti della stessa categoria
  • Arimidex Generico è usato nel trattamento del tumore al seno in donne dopo la menopausa, comprese le donne con una progressione della malattia dopo la terapia con tamoxifene.

  • Evista Generico è usato nel trattamento dell' osteoporosi in donne dopo la menopausa. Viene anche usato nella prevenzione del rischio di tumore al seno invasivo in donne dopo la menopausa.

  • Premarin Generico è usato nel trattamento dei sintomi della menopausa (es. vampate di calore, secchezza e prurito vaginale). Viene usato nella prevenzione dell' osteoporosi legata alla menopausa. Viene anche usato nel trattamento dei livelli bassi di estrogeni, del tumore alla prostata e del tumore al seno.

  • Rheumatrex Generico viene usato con alcuni pazienti nel trattamento di alcuni tipi di tumore, di psoriasi gravi e dell' artrite reumatoide.

Capecitabina

Cos’è questo farmaco?

La CAPECITABINA è un antimetabolita. Agisce interferendo con la produzione di proteine necessarie per la crescita delle cellule del cancro e della riproduzione. È usata nel trattamento di alcuni tipi di cancro al seno, colon, colorettale. Può essere utilizzata singolarmente o con altri farmaci.

Come dovrei usare questa medicina?

Utilizza la capecitabina come illustrato dal medico. Controlla il foglio illustrativo per maggiori chiarimenti sul dosaggio.

  • Un ulteriore foglio illustrativo è disponibile con capecitabina. Comunica con il tuo farmacista se hai domande su queste indicazioni.
  • Assumi la capecitabina a stomaco pieno oppure 30 minuti dopo i pasti.
  • Ingoiare la capecitabina intera con acqua. Non rompere il farmaco, non lo schiacciare, o masticare prima di deglutire.
  • È consigliato l'uso di guanti e occhiali di sicurezza per evitare l'esposizione in caso una pasticca si rompa. Se la polvere di una pasticca rotta viene a contatto con la pelle, lavarsi immediatamente con acqua e sapone. Se la polvere entra a contatto con occhi, bocca o naso, allo stesso modo è necessario sciacquarsi con acqua.
  • Se salti una dose di capecitabina, passa alla prossima fase programmata. Non assumere 2 dosi alla volta. Contatta il medico per ulteriori delucidazioni sulla dose non assunta.

Chiedi al medico curante tutte le domande sull’utilizzo e l’efficacia di questo farmaco.

Cosa dovrei dire al medico prima di assumere questa medicina?

  • La capecitabina può causare stordimento. Questa condizione potrebbe aggravarsi se assumete il farmaco con altri medicinali oppure con alcool. Usare la capecitabina con cautela. Non metterti alla guida o non fare azioni poco sicure se non conosci la tua reazione al farmaco.
  • La capecitabina può abbassare le difese del tuo corpo contro le infezioni. Cerca di non entrare in contatto con persone con sintomi di influenza e febbre. Non strofinare gli occhi e non toccare l’interno del tuo naso prima di aver ben lavato le mani. Riferisci al tuo medico se noti i primi sintomi della febbre, gola secca, arrossamento, o raffreddore.
  • La capecitabina può ridurre il numero delle cellule coagulanti (piastrine) nel sangue. Evita attività che possono causare contusioni o lesioni. Informa il medico se hai insoliti ecchimosi o sanguinamento. Riferisci al medico se sperimenti feci sanguinolente, scure o catramose.
  • Evita le vaccinazioni con vaccini a virus vivi (ad esempio il morbillo, la parotite, l’antipolio orale) durante il trattamento con la capecitabina. Le vaccinazioni potrebbero risultare meno efficaci.
  • Informa il medico o il dentista che stai assumendo la capecitabina, soprattutto nel caso in cui vai incontro ad un intervento medico o un’operazione dei denti.
  • Test di laboratorio, compresi conta completa delle cellule del sangue e di elettroliti nel sangue, possono essere eseguiti durante il trattamento con la capecitabina. Questi test possono essere utilizzati per monitorare la tua condizione o tenere sotto controllo gli effetti collaterali. Non dimenticare gli appuntamenti medici e di laboratorio.
  • Chiedi al tuo medico un metodo effettivo per il controllo della nascita mentre assumi la capecitabina.
  • Usare con cautela la capecitabina nelle persone anziane; potrebbero essere più sensibili agli effetti, specialmente nausea; vomito; diarrea; dolori, arrossamenti, e gonfiore delle mani o dei piedi.
  • Estrema cautela per quanto riguarda i bambini; non sono noti i riscontri su sicurezza ed efficacia del farmaco sui bambini.
  • Gravidanza e allattamento: La capecitabina è pericolosa per il feto. Non rimanere incinta mentre assumi il farmaco. Chiedi al tuo medico un metodo effettivo per il controllo della nascita mentre assumi la capecitabina. Se ritieni di aspettare un bambino, contatta il tuo medico. Sarà necessario parlare degli effetti della capecitabina nello stato interessante. Non è noto invece se si trasmetta al latte materno. Non allattare nel periodo di assunzione del farmaco.

Cosa succede se salto una dose?

Assumi la dose che hai saltato non appena ti ricordi. Salta questa dose se sei prossimo a quella successiva. Non assumere più dosi per far fronte alla dimenticanza.

Cosa succede in caso di sovradosaggio?

Cerca subito un aiuto medico oppure contatta il centro assistenza antiveleni. I sintomi possono includere: diarrea; nausea; mal di stomaco e bleeding ; vomito.

Cosa dovrei considerare mentre assumo questo farmaco?

Alcune condizioni possono interferire con la capecitabina. Riferisci al tuo medico o farmacista se soffri o presenti una delle seguenti caratteristiche:

  • se aspetti un bambino o hai in progetto una gravidanza, se stai allattando
  • se stai assumendo altri farmaci prescritti (particularly blood thinners) o medicinali non prescritti, prodotti a base di erbe, supplementi per la dieta (vitamina E, aspirina, ibuprofen, naproxen)
  • se sei allergico alle medicine, ai cibi, o altre sostanze
  • se hai uno storico di malattie cardiovascolari, renali, o problemi al fegato; problemi al midollo osseo, o dolore, arrossamento, gonfiore, formicolio, o estrema tenerezza del palmo delle mani o delle piante dei piedi (sindrome mano-piede)
  • se sperimenti nausea, vomito, diarrea, se hai la bocca asciutta o infiammata, oppure un’infezione
  • se ti stai sottoponendo a trattamenti chemioterapici, o se assumi acido folico o vitamine che lo contengono

Alcuni medicinali possono interagire con la capecitabina. Riferisci al tuo medico se stai assumendo dei farmaci, specialmente uno di questi:

  • Anticoagulanti (esempio warfarina) perché il rischio di sanguinamento può essere aumentato dalla capecitabina
  • Leucovorin dal momento che potrebbe far aumentare i disagi intestinali, diarrea, e disidratazione
  • Idantoine (esempio fenitoina) visto che la capecitabina potrebbe far aumentare i loro effetti collaterali

Questa lista non è esaustiva di tutti gli effetti collaterali che si potrebbero verificare. Chiedi al tuo medico curante se i farmaci che stai assumendo possono interagire con la capecitabina. Chiedi sempre al tuo medico quando iniziare e quando smettere di prendere le dosi del farmaco.

Quali effetti collaterali posso notare con questo farmaco?

Tutti i farmaci possono causare effetti indesiderati, ma gli effetti collaterali non sono gli stessi per tutte le persone. Verificare con il proprio medico se uno qualsiasi di questi effetti indesiderati più comuni persiste o diventa fastidioso:

Il mal di schiena, dolori articolari, muscolari o, costipazione, vertigini, irritazione oculare, cefalea, prurito o pelle secca, perdita di appetito, nausea, vomito o diarrea, mal di stomaco, alterazioni del gusto, stanchezza, disturbi del sonno, mal di stomaco, debolezza.

Consulta subito un medico se uno di questi effetti indesiderati gravi si verifica:

Gravi reazioni allergiche (esantema, orticaria, prurito, difficoltà a respirare, senso di oppressione al petto, gonfiore della bocca, viso, labbra o lingua), feci scure, diarrea sanguinosa, dolore al torace, alla mascella o al braccio sinistro; diminuzione della quantità di urina, pelle scolorita, secchezza della bocca o degli occhi, svenimenti, battito cardiaco accelerato o irregolare, febbre superiore a 100,5 ° F, brividi, mal di gola, perdita di capelli, aumento della sete, dolore alle gambe

Capecitabina

Cos’è questo farmaco?

La CAPECITABINA è un antimetabolita. Agisce interferendo con la produzione di proteine necessarie per la crescita delle cellule del cancro e della riproduzione. È usata nel trattamento di alcuni tipi di cancro al seno, colon, colorettale. Può essere utilizzata singolarmente o con altri farmaci.

Come dovrei usare questa medicina?

Utilizza la capecitabina come illustrato dal medico. Controlla il foglio illustrativo per maggiori chiarimenti sul dosaggio.

  • Un ulteriore foglio illustrativo è disponibile con capecitabina. Comunica con il tuo farmacista se hai domande su queste indicazioni.
  • Assumi la capecitabina a stomaco pieno oppure 30 minuti dopo i pasti.
  • Ingoiare la capecitabina intera con acqua. Non rompere il farmaco, non lo schiacciare, o masticare prima di deglutire.
  • È consigliato l'uso di guanti e occhiali di sicurezza per evitare l'esposizione in caso una pasticca si rompa. Se la polvere di una pasticca rotta viene a contatto con la pelle, lavarsi immediatamente con acqua e sapone. Se la polvere entra a contatto con occhi, bocca o naso, allo stesso modo è necessario sciacquarsi con acqua.
  • Se salti una dose di capecitabina, passa alla prossima fase programmata. Non assumere 2 dosi alla volta. Contatta il medico per ulteriori delucidazioni sulla dose non assunta.

Chiedi al medico curante tutte le domande sull’utilizzo e l’efficacia di questo farmaco.

Cosa dovrei dire al medico prima di assumere questa medicina?

  • La capecitabina può causare stordimento. Questa condizione potrebbe aggravarsi se assumete il farmaco con altri medicinali oppure con alcool. Usare la capecitabina con cautela. Non metterti alla guida o non fare azioni poco sicure se non conosci la tua reazione al farmaco.
  • La capecitabina può abbassare le difese del tuo corpo contro le infezioni. Cerca di non entrare in contatto con persone con sintomi di influenza e febbre. Non strofinare gli occhi e non toccare l’interno del tuo naso prima di aver ben lavato le mani. Riferisci al tuo medico se noti i primi sintomi della febbre, gola secca, arrossamento, o raffreddore.
  • La capecitabina può ridurre il numero delle cellule coagulanti (piastrine) nel sangue. Evita attività che possono causare contusioni o lesioni. Informa il medico se hai insoliti ecchimosi o sanguinamento. Riferisci al medico se sperimenti feci sanguinolente, scure o catramose.
  • Evita le vaccinazioni con vaccini a virus vivi (ad esempio il morbillo, la parotite, l’antipolio orale) durante il trattamento con la capecitabina. Le vaccinazioni potrebbero risultare meno efficaci.
  • Informa il medico o il dentista che stai assumendo la capecitabina, soprattutto nel caso in cui vai incontro ad un intervento medico o un’operazione dei denti.
  • Test di laboratorio, compresi conta completa delle cellule del sangue e di elettroliti nel sangue, possono essere eseguiti durante il trattamento con la capecitabina. Questi test possono essere utilizzati per monitorare la tua condizione o tenere sotto controllo gli effetti collaterali. Non dimenticare gli appuntamenti medici e di laboratorio.
  • Chiedi al tuo medico un metodo effettivo per il controllo della nascita mentre assumi la capecitabina.
  • Usare con cautela la capecitabina nelle persone anziane; potrebbero essere più sensibili agli effetti, specialmente nausea; vomito; diarrea; dolori, arrossamenti, e gonfiore delle mani o dei piedi.
  • Estrema cautela per quanto riguarda i bambini; non sono noti i riscontri su sicurezza ed efficacia del farmaco sui bambini.
  • Gravidanza e allattamento: La capecitabina è pericolosa per il feto. Non rimanere incinta mentre assumi il farmaco. Chiedi al tuo medico un metodo effettivo per il controllo della nascita mentre assumi la capecitabina. Se ritieni di aspettare un bambino, contatta il tuo medico. Sarà necessario parlare degli effetti della capecitabina nello stato interessante. Non è noto invece se si trasmetta al latte materno. Non allattare nel periodo di assunzione del farmaco.

Cosa succede se salto una dose?

Assumi la dose che hai saltato non appena ti ricordi. Salta questa dose se sei prossimo a quella successiva. Non assumere più dosi per far fronte alla dimenticanza.

Cosa succede in caso di sovradosaggio?

Cerca subito un aiuto medico oppure contatta il centro assistenza antiveleni. I sintomi possono includere: diarrea; nausea; mal di stomaco e bleeding ; vomito.

Cosa dovrei considerare mentre assumo questo farmaco?

Alcune condizioni possono interferire con la capecitabina. Riferisci al tuo medico o farmacista se soffri o presenti una delle seguenti caratteristiche:

  • se aspetti un bambino o hai in progetto una gravidanza, se stai allattando
  • se stai assumendo altri farmaci prescritti (particularly blood thinners) o medicinali non prescritti, prodotti a base di erbe, supplementi per la dieta (vitamina E, aspirina, ibuprofen, naproxen)
  • se sei allergico alle medicine, ai cibi, o altre sostanze
  • se hai uno storico di malattie cardiovascolari, renali, o problemi al fegato; problemi al midollo osseo, o dolore, arrossamento, gonfiore, formicolio, o estrema tenerezza del palmo delle mani o delle piante dei piedi (sindrome mano-piede)
  • se sperimenti nausea, vomito, diarrea, se hai la bocca asciutta o infiammata, oppure un’infezione
  • se ti stai sottoponendo a trattamenti chemioterapici, o se assumi acido folico o vitamine che lo contengono

Alcuni medicinali possono interagire con la capecitabina. Riferisci al tuo medico se stai assumendo dei farmaci, specialmente uno di questi:

  • Anticoagulanti (esempio warfarina) perché il rischio di sanguinamento può essere aumentato dalla capecitabina
  • Leucovorin dal momento che potrebbe far aumentare i disagi intestinali, diarrea, e disidratazione
  • Idantoine (esempio fenitoina) visto che la capecitabina potrebbe far aumentare i loro effetti collaterali

Questa lista non è esaustiva di tutti gli effetti collaterali che si potrebbero verificare. Chiedi al tuo medico curante se i farmaci che stai assumendo possono interagire con la capecitabina. Chiedi sempre al tuo medico quando iniziare e quando smettere di prendere le dosi del farmaco.

Quali effetti collaterali posso notare con questo farmaco?

Tutti i farmaci possono causare effetti indesiderati, ma gli effetti collaterali non sono gli stessi per tutte le persone. Verificare con il proprio medico se uno qualsiasi di questi effetti indesiderati più comuni persiste o diventa fastidioso:

Il mal di schiena, dolori articolari, muscolari o, costipazione, vertigini, irritazione oculare, cefalea, prurito o pelle secca, perdita di appetito, nausea, vomito o diarrea, mal di stomaco, alterazioni del gusto, stanchezza, disturbi del sonno, mal di stomaco, debolezza.

Consulta subito un medico se uno di questi effetti indesiderati gravi si verifica:

Gravi reazioni allergiche (esantema, orticaria, prurito, difficoltà a respirare, senso di oppressione al petto, gonfiore della bocca, viso, labbra o lingua), feci scure, diarrea sanguinosa, dolore al torace, alla mascella o al braccio sinistro; diminuzione della quantità di urina, pelle scolorita, secchezza della bocca o degli occhi, svenimenti, battito cardiaco accelerato o irregolare, febbre superiore a 100,5 ° F, brividi, mal di gola, perdita di capelli, aumento della sete, dolore alle gambe o gonfiore, da moderata a grave nausea, vomito, o diarrea; cambiamento dell’umore (ad esempio depressione), problemi di unghie; intorpidimento di un braccio o di una gamba, intorpidimento, dolore, formicolio, vesciche, gonfiore o arrossamento del palmo delle mani o le piante dei piedi, dolore, arrossamento, gonfiore o ferite nella bocca o alla gola, tosse persistente o respiro sibilante, mancanza di respiro, mal di testa o vomito, gonfiore alle gambe, caviglie o dei piedi, sanguinamento insolito o ecchimosi, stanchezza o debolezza insolite, cambiamenti di visione, ingiallimento degli occhi e della pelle.

Questa lista non è esaustiva con tutti gli effetti collaterali possibili. Contatta il tuo medico per avere una lista completa.

Conservare la capecitabina:

Conserva il farmaco a 77 gradi F (25°C). Una breve esposizione ad ambienti con temperatura tra i 59 e gli 86 gradi F (15-30°C) è permessa. Conserva lontano da fonti di calore, umidità e luce. Non conservare il farmaco in bagno. Tenere fuori dalla portata dei bambini e degli animali.

o gonfiore, da moderata a grave nausea, vomito, o diarrea; cambiamento dell’umore (ad esempio depressione), problemi di unghie; intorpidimento di un braccio o di una gamba, intorpidimento, dolore, formicolio, vesciche, gonfiore o arrossamento del palmo delle mani o le piante dei piedi, dolore, arrossamento, gonfiore o ferite nella bocca o alla gola, tosse persistente o respiro sibilante, mancanza di respiro, mal di testa o vomito, gonfiore alle gambe, caviglie o dei piedi, sanguinamento insolito o ecchimosi, stanchezza o debolezza insolite, cambiamenti di visione, ingiallimento degli occhi e della pelle.

 

Questa lista non è esaustiva con tutti gli effetti collaterali possibili. Contatta il tuo medico per avere una lista completa.

Conservare la capecitabina:

Conserva il farmaco a 77 gradi F (25°C). Una breve esposizione ad ambienti con temperatura tra i 59 e gli 86 gradi F (15-30°C) è permessa. Conserva lontano da fonti di calore, umidità e luce. Non conservare il farmaco in bagno. Tenere fuori dalla portata dei bambini e degli animali.

LISTA DELLE CATEGORIE
Online Chat
online chat Start chat